SERIE B, DOPPIO KO PER MARTINEL E MACCAN

Sfuma il sorpasso e l’aggancio al terzo posto in classifica per la Martinel Pordenone che a Vazzola cede di misura (2-1) al Miti Vicinalis.
Sconfitto anche il Maccan Prata sul parquet della Fenice Veneziamestre, 9-5 il finale.

Iniziamo dai ramarri che alla vigilia del match sognavano un possibile terzo posto, ma sin dai primi minuti si è capito sarebbe stata una gara in salita con i padroni di casa subito pericolosi dalle parti di Vascello e che vanno in vantaggio al 2’22” con Cescon, prima del raddoppio di capitan Zecchinello al 6’36”. Nella prima frazione qualche regalo di troppo, compreso un tiro alto a porta spalancata di Grigolon che avrebbe potuto permettere ai compagni di andare negli spogliatoi con un divario minore.
Nella ripresa il gol dei neroverdi se lo costruisce e realizza Kapun sulla fascia destra, da cui supera Silvestrin di forza.
Vano il portiere di movimento a fine gara per i ramarri che escono comunque tra gli applausi del pubblico pordenonese e che possono tirare un sospiro di sollievo, visti i risultati delle inseguitrici e la classifica che rimane invariata con la Martinel Pordenone salda al quarto posto solitario.

Una sconfitta netta, invece, quella di Mestre, dove il Maccan Prata rimedia il quarto ko di fila, scivolando al terzultimo posto. Non mancano le recriminazioni post-gara da parte della società giallonera che ha definito non all’altezza la direzione arbitrale: “Ne abbiamo viste di cotte e di crude.” – commenta il Ds Paolo Di Rosa – “I due arbitri Landi e Cinelli hanno voluto essere protagonisti, con un atteggiamento provocatorio, assegnandoci ripetutamente falli, senza un minimo di buonsenso, tagliandoci ancor di più le gambe”.
Per quanto riguarda la gara: Caregnato e Giommoni portano avanti i padroni di casa in avvio; Buriola prova ad accorciare, mentre Tenderini firma il tris prima del 3-2 di Štendler che sigilla i primi 20’.
Nella ripresa, Vulikic riesce a rispondere a Botosso, quindi un rigore di Tenderini, un centro di Meo e un tiro libero di Caregnato allargano la forbice al massimo. Ancora Buriola cerca di riaccenderla, poi Caregnato allunga. Infine, nell’ultimo minuto, il botta e risposta fra Moras e Nalesso.

La prossima settimana, si torna per entrambe tra le mura di casa: il Maccan Prata ospita la Canottieri Belluno, mentre per la Martinel Pordenone c’è proprio la Fenice Veneziamestre, seconda della classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *