IL PORDENONE ANNIENTA IL MACCAN NEL DERBY

Una gara perfetta dei ramarri, dominata dall’inizio alla fine e che non ammette repliche: questo il riassunto dell’ultimo Derby stagionale tra Maccan Prata e Martinel Pordenone.

I neroverdi, che già devono fare a meno delle importanti pedine Finato e Fabbro, si vedono costretti a rinunciare anche a Fanigliulo, infortunatosi durante il riscaldamento; dall’altra parte, grandi assenti capitan Aziz e Bastini, oltre al centrale Poser. I padroni di casa hanno dalla loro un Pala Prata tutto esaurito che non vuole perdersi questa ultima, straordinaria, sfida per il futsal provinciale.
Gara da subito a favore dei ramarri che già nel primo minuto di gioco si portano in vantaggio 2-0. Apre le marcature capitan Milanese dopo 32” e raddoppia Kamencic 14” più tardi su punizione dal limite area. Poi un primo tempo che vede sempre la Martinel Pordenone padrone del campo, davanti ad un Maccan Prata privo di idee e mai davvero pericoloso dalle parti di un super Vascello che oggi sembra quasi volersi prendere una rivincita contro la sua ex squadra; decisivo, con una zampata, a pochi secondi dal duplice fischio su Vulikic.

Nella ripresa, ci si aspetterebbe la reazione dei gialloneri, ed invece è ancora la Martinel Pordenone ad affondare il colpo, questa volta la firma la mette Perin al 7’25” con un tap-in a due passi da Marchesin, dopo la conclusione iniziale di Grzelj.
Quando mancano quasi 7′ al termine, ed ormai a corto di idee, Salfa gioca la carta Vulikic come portiere di movimento, rischiando addirittura la rete di Vascello su rilancio, il quale trova, invece, il palo pieno. Il poker lo cala allora Grzelj a 18’45”, da porta a porta, dopo l’unica nitida occasione dei gialloneri con il Nazionale Sloveno Koren, murato, ancora una volta, da un imbattibile Vascello.

Il Derby è tutto neroverde. Grande, invece, la delusione in casa Maccan Prata, con il Presidente Simone Maccan costretto ad ammettere una scarsa lucidità dei suoi ed a rendere merito alla Martinel Pordenone.
Con questo successo, i ramarri scavalcano in classifica i gialloneri e si portano solitari al quinto posto in classifica.

Per concludere, al di la del risultato e dei doverosi complimenti che vanno alla società neroverde per l’impeccabile prestazione, è altrettanto necessario segnalare come sia stupendo vedere una cornice così folta (circa 500 persone) ad assistere ad una gara tra le nostre due formazioni più rappresentative di tutta la regione, e non solo della provincia pordenonese.
Uno spettacolo che ci auguriamo di rivivere presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *