COACH POLO GRAVA E LA FINALE PLAYOFF CON IL MANIAGO

Alla vigilia della finalissima playoff di Serie C1 Figc tra ADVS Gravo e Maniago abbiamo l’occasione di parlarne con il coach dei coltellinai Mauro Polo Grava. Qui di seguito l’intervista curata dallo staff di Futsal Post. 

Obiettivo finale playoff raggiunto dopo una semifinale combattutissima. Adesso si va a Grado. Che partita sarà e come la preparerete?

La semifinale è stata una partita tirata. Ho visto veramente la voglia del gruppo di portare a casa un risultato importantissimo per i ragazzi e per la società. Abbiamo giocato contati per i molti infortuni patiti durante la partita. Potevamo chiuderla prima, dal momento che abbiamo sbagliato l’impossibile, ma alla fine è stato bello anche così. Abbiamo sofferto e meritato sul campo di essere arrivati alla finalissima. Ora ci aspetta Grado, un campo ostico per tutti, figurarsi poi per una finale. Noi stiamo preparando la gara al meglio, cercando di recuperare tutti i giocatori. Poi sarà il campo ad emettere il verdetto.

Primo anno a Maniago e grandi soddisfazioni. Molti non conoscono il tuo passato. Ci racconteresti la tua carriera nel futsal?

IL MIO PASSATO NEL FUTSAL INIZIA 15 ANNI FA CIRCA , CON PICCOLE APPARIZIONI NEL CALCIO A 5 DI ALCUNE SQUADRE DI UDINE AMATORIALI E PROFFESSIONISTICHE;DA GIOCATORE , FONDATA LA FUTSAL UDINE SONO STATO COINVOLTO IN QUESTA BELLA ESPERIENZA , POI DIVENTATA UDINESE FUTSAL HO CONOSCIUTO TANTISSIMI GRANDI GIOCATORI E UN GRANDE ALLENATORE , CULMINATA CON LA FINALE A PORDENONE PER I PLAY OFF. GLI ANNI PASSANO , SEBBENE POTEVO CONTINUARE HO DECISO DI INTRAPRENDERE L’AVVENTURA DI ALLENATORE…VISTO LA PASSIONE E IL BAGAGLIO CHE MI PORTAVO DIETRO. L’ANNO SCORSO CON ODORICO E’ STATA LA VERA E’ PRIMA ESPERIENZA IN PANCHINA DA SECONDO , DIVIDENDO DELLE BELLE ESPERIENZE.IN FINE QUEST’ANNO E’ STATA UNA STAGIONE DAVVERO IMPORTANTE..TANTO DIFFICILE QUANTO STUPENDA…ALLENARE GIOCATORI CHE HANNO FATTO TANTO E’ SICURAMENTE IMPEGNATIVO E STIMOLANTE…ABBIAMO PASSATO UN PERIODO DI CRISI DOVUTO SOPRATUTTO A QUESTIONI INTERNE E SOCIETARIE DI GESTIONE DOVE NON VOGLIO ENTRARE IN MERITO , MA LA VERA FORZA DEL GRUPPO E’ USCITA , DOVE UN GRANDE APPLAUSO VA FATTO AI GIOCATORI…LORO SONO STATI IL CUORE DELLA “GRANDE CAVALCATA”..E SEMPRE LORO SONO DELLE PERSONE STUPENDE DOVE POTER CONDIVIDERE UN PENSIERO E UN IDEA. A LORO VA IL MIO PERSONALE RINGRAZIAMENTO E LA MIA STIMA.

E ora un salto nel futuro. Come vedi il calcio a 5 regionale in prospettiva? E per quanto ti riguarda rimarrai coi coltellinai?

IL CALCIO A 5 REGIONALE E’ PURTROPPO ANCORA INDIETRO , RISPETTO ALLE COMPAGINI DEL VICINO VENETO O ADDIRITTURA DELLA SLOVENIA.NON CI SONO ABBASTANZA IMPEGNI DA PARTE DELLE STRUTTURE COMPETENTI PER DARE VISIBILITA E SPAZIO AD UNA REALTA’ CHE PUO SOLO CRESCERE.QUESTO UNITO ALLA MANCANZA DI MENTALITA’ FANNO SI CHE IL NOSTRO MOVIMENTO NON RIESCA A DECOLLARE.SONO FELICE PER QUELLE SOCIETA’ CHE IN QUESTO MOMENTO NONOSTANTE LA CRISI , INVESTANO SU SCUOLE DI CALCIO A 5 , FORMANDO NUOVI PICCOLI CAMPIONI E DANDO POSSIBILITA AL FUTSAL DI CRESCERE. CONCLUDENDO HO VISTO CHE QUESTO ANNO FINALMENTE ABBIAMO 3 SQUADRE IN “B” E UNA IN “A”…COSA CHE DOVREBBE FAR PENSARE E MI AUGURO POSSA DARE PIU IMPORTANZA ALLA REGIONE. RIGUARDO IL MIO FUTURO, POSSO SOLO DIRE CHE IN QUESTO MOMENTO ABBIAMO UNA PARTITA DECISIVA E PENSO SOLO A QUELLA! CI SONO POI DEI PROGETTI MOLTO IMPORTANTI DIETRO, CHE SONO GIA’ PARTITI MA DI QUELLI SI PARLERA’ A TEMPO DEBITO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *